Sab. Mag 28th, 2022

La psoriasi anale potrebbe essere la causa di un fastidioso prurito in una delle zone più intime del corpo. Non va affatto sottovalutata, e nel caso di dubbi è importante consultare il medico, che può prescriverci degli utili medicinali per affrontare questo problema.

Vediamo insieme nelle prossime righe come si presenta, come si può riconoscere e in che modo si riesce ad agire per controllare questa forma di psoriasi.

Psoriasi anale: come riconoscerla

La grande particolarità della psoriasi anale è nella possibilità che si manifesti senza che il resto del corpo sia interessato da questa patologia della pelle. Per questo in tanti difficilmente pensano che si possa trattare di psoriasi. Di solito questa patologia si presenta in maniera piuttosto diffusa, creando delle vere e proprie macchie sulla pelle, dove la cute risulta squamata e dove si possono notare eritemi e altre forme di infiammazione.

La psoriasi può essere tenuta sotto controllo, ma nei fatti è cronica, costringendo la persona affetta a conviverci. Le cause possono essere davvero molte, e secondo alcuni studi si tratta anche di una predisposizione genetica.

In che modo può essere riconosciuta se presente in sede anale? Il primo consiglio è quello di consultare un dermatologo. Di solito il rischio è quello di confondere la psoriasi anale con altre infezioni o con dei funghi, finendo quindi per utilizzare medicinali e terapie che potrebbero rivelarsi a dir poco inutili. In generale l’area presenta dei sintomi simili a quelli della classica psoriasi, con pelle squamata in tutta la zona tra i glutei.

In alcuni casi è anche possibile che il dermatologo proceda con degli esami di laboratorio, così da eliminare ogni dubbio, analizzando nel più piccolo dettaglio cosa provoca il nostro prurito.

Curare la patologia

Come si cura questa patologia? Tenete a mente che i nostri sono suggerimenti generali, e non vanno presi come prescrizioni mediche. Sarà il dermatologo a dirvi nel dettaglio che prodotti utilizzare per la cura di questa forma di psoriasi.

In primis bisogna fare attenzione: l’area è molto più delicata rispetto a quella dove di solito si manifesta la psoriasi. Per questo alcuni prodotti più forti potrebbero essere poco adatti. Nonostante ciò esistono dei farmaci dedicati, sotto forma di pomate e gel, che vanno applicati sull’area per ridurre i problemi della pelle. A volte si associano altri prodotti, come ad esempio dei nutrienti per la cute, così da alleviare gli eventuali effetti collaterali dei farmaci. In generale bastano pochi giorni per avere già dei risultati molto soddisfacenti.

Attenzione: esistono anche dei farmaci più forti, che vanno presi per via orale. Si utilizzano nei casi dove è necessaria una azione più drastica, ma vi sconsigliamo di assumerli se non li ha prescritti il medico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.