Sab. Mag 28th, 2022

Se siete appassionati di cucina estera vi starete chiedendo il Kadayif come si prepara. Questo dolce è tipico della cucina turca, ma può essere preparato comodamente anche a casa vostra. In questo articolo vi guideremo all’interno di una ricetta semplice e replicabile anche dai meno esperti.

Kadayif come si prepara: qualche curiosità

Questo dolce ha una tradizione in realtà molto antica, che risale all’epoca della dominazione ottomana. Una particolarità di questo piatto è nella sua grande versatilità: a seconda del tipo di preparazione può essere mangiato anche come vero e proprio pasto principale. Alla base troviamo dei particolari spaghetti che danno proprio il nome a questo dolce.

Inoltre nel tempo si è diffuso in tutta l’area balcanica, generando altre varianti. Possiamo trovarlo sia nei territori della ex Jugoslavia che in Grecia, e anche in Albania.

Per preparare questo piatto servono dei particolari spaghetti chiamati proprio kadayif, che potrebbero non essere facili da trovare nei comuni supermercati. Vi suggeriamo di cercare nei negozi etnici, che commerciano questo genere di prodotti, o direttamente su internet. In rete sono presenti numerosi shop che trattano alimenti di questo tipo.

Detto ciò è il momento di scoprire come si prepara questo dolce. Nel prossimo paragrafo potrete leggere la nostra gustosa ricetta.

La ricetta

Di cosa abbiamo bisogno? Come già detto ci serve un pacco di pasta della giusta tipologia. In più abbiamo bisogno di circa 200 g di burro o margarina, 200 g di nocciole e di mandorle, e circa 700 g di zucchero. Inoltre abbiamo bisogno di acqua e di un limone fresco.

Il primo passaggio prevede la preparazione della pasta, che in realtà ha la forma di piccoli spaghettini. Vanno sparsi all’interno di un contenitore, possibilmente di forma circolare. Di solito si trovano in forma di matassa, e quindi dovremo cercare di spargerli e liberarli il più possibile. Nel frattempo dovremo far sciogliere il burro e la margarina, utilizzando i fornelli, per poi versare il tutto sugli spaghetti che abbiamo appena sistemato.

A questo punto bisogna prendere uno stampo da dolci, e sistemare metà della matassa che abbiamo creato con gli spaghetti e il burro. Questa parte va poi ricoperta dalle nocciole e dalle mandorle, e a quel punto sistemiamo anche gli altri spaghetti, così da ricompattare il tutto. Arriva così il momento della cottura: il forno deve essere a 200 gradi, e consigliamo di tenere il dolce nel forno in un tempo che va dai venti ai trenta minuti.

Cosa fare con il limone e lo zucchero? Potete utilizzarli per preparare un gustoso sciroppo fatto in casa, per rendere ancora più buono il dolce che avete appena cucinato. Basta prendere un piccolo tegame, versare l’acqua con lo zucchero, e anche alcune gocce di limone. Mettetelo a cuocere e in pochi minuti si creerà un ottimo sciroppo da versare direttamente sul vostro kadayif.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.